Quebec city e il suo centro storico patrimonio Unesco


Patrimonio dell’Unesco, la città di Québec ha un centro storico circondato da mura che ricorda le nostre città europee e in particolare, francesi. Non a caso proprio qui nel 1500 sbarcò l’esploratore francese Jacques Cartier e gli diede il nome di “Canada”. In seguito questo primo insediamento si sviluppò nel corso dei secoli. Nel 1700 dopo una battaglia storica con gli inglesi, Québec fu annessa alla corona britannica. Nel 1867 nacque il Canada indipendente con Québec capoluogo di provincia.

L’orgoglio di questa città è sempre ricordato e si trasmette di generazione in generazione. Le proprie origini non vanno dimenticate, bisogna ricordare da dove si proviene per capire dove si sta andando. Il motto di Québec è infatti: “Je me souviens”.

quebec

Passeggiare fra le viuzze del centro storico mi ricorda la Normandia. Casette piene di colori, di fiori, ristorantini, artisti di strada il tutto immerso in un contesto naturale, prati verdissimi e curati, il porto, il fiume San Lorenzo che sembra un mare tanto è grande.

 

 

La Citadelle, nello sperone alto della città, ospita oggi il reggimento Canada’s Royal 22s che durante la Prima e Seconda guerra mondiale vinse tre Croci al Valore. Il reggimento è visitabile solo tramite visita guidata. E’ un museo a cielo aperto e ben curato. Si gode inoltre di un ottimo panorama. Addirittura abbiamo assistito al servizio fotografico di due sposi fra antichi cannoni e torrette (devo dire che siamo rimasti un po’ perplessi).

Da qui si riesce a riprendere bene l’albergo più fotografato del mondo: Le Château Frontenac.

E’ stato costruito nel 1893 dalla Canadian Pacific Railway per essere adibito come albergo di lusso. Proprio qui, durante la seconda guerra mondiale, il primo ministro canadese King, Churchill e Roosevelt si accordarono sugli ultimi dettagli del D-Day. Visite guidate permettono di vederlo all’interno.

La parte bassa della città è composta da strette viuzze, pittoresche, colorate e piene di negozietti di artisti locali. Ci siamo persi fra le sue vie e ci siamo goduti due giorni di relax.

 

Leggi anche:

– Toronto
– Niagara Falls
– Huntsville
– Algonquin Provincial Park
– Ottawa
Montrèal
 Tadoussac
St. Felicien
St. Alexis-des-monts
Vancouver

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *